Ivan Lazzarini

 Ivan Lazzarini

Ivan Lazzarini

Ivan Lazzarini

Ivan Lazzarini

 

Ivan Lazzarini

nasce a Pesaro, 9 marzo 1979, è il più titolato pilota italiano di Supermoto: ha vinto per cinque volte il Campionato Italiano Supermoto (di cui quattro consecutive dal 2003 al 2006), e per quattro volte (di cui tre consecutive) il Trofeo delle Nazioni, dal 2004 al 2006, e nel 2008. Inoltre è, insieme a Gerald Delepine, il superider con il maggior numero di GP disputati.


Ivan debutta nel 1986 a 7 anni nel minicross arrivando l'anno successivo 2° nel Campionato Regionale Veneto e arrivando 1° alla coppa regionale. Nel 1988 vince il Campionato Regionale Veneto Debuttanti e nei due anni successivi si ripete nella categoria Cadetti. Nel 1991 è campione regionale junior Marche e l'anno successivo nella categoria Senior. Nel 1993 debutta nel Campionato Italiano Motocross nella classe Cadetti classificandosi 13°. L'anno successivo vince il titolo. Nel 1995 debutta nel Campionato Europeo 250cc concludendo 14° e vince il titolo nazionale Junior 250cc divenendo il più giovane campione della storia del Motocross italiano. L'anno successivo è 3° all'Europeo. Nel 1997 debutta nel Campionato Italiano maggiore, gli Assoluti d'Italia, arrivando 2° nel 2000. Partecipa anche al Campionato del Mondo nel 1999 e 2000 arrivando rispettivamente 21° e 30°.

Nel 2001 lascia il motocross in cerca di nuovi stimoli corre nel supermotard. Nel 2002 corre nel Mondiale per il Team Yamaha Rigo Racing classificandosi 7°.

Nel 2003 arriva 6° e vince il suo primo titolo italiano supermotard in sella alla Husaberg. L'anno successivo passa in KTM ufficiale e arriva 5° nel Mondiale e bissa il titolo nazionale. Nel 2005 approda nel team ufficiale Husqvarna e arriva 4° nel mondiale lo stesso anno e 3° il successivo. Nel frattempo vince altri due titoli nazionali e tre Trofei delle Nazioni con la Maglia Azzurra. Deludente la stagione 2007, che con il passaggio in Yamaha Evolution Ivan rimedia solo un 9° posto nel Mondiale e un 3° nell'Italiano.

Nel 2008 corre nella Classe S1 (450) debuttando con il team ufficiale Aprilia DRC Factory ed è diventato il primo superider italiano a vincere un titolo nazionale (italiano e internazionale d'Italia) in sella ad una Aprilia. Lo stesso anno conclude al 3° posto nel Campionato del Mondo S1.

Nel 2009 si rompe il rapporto con Aprilia che si ritira dalle competizioni ed Ivan passa nel Team Honda HM Racing, vincendo il settimo titolo nazionale, secondo in 450cc, primo in sella alla Honda e la classifica internazionale (per la terza volta) portando così a 10 complessivi i Campionati Italiani ed Internazionali vinti in Supermoto che, sommati a quelli vinti nel motocross, totalizzano 13 Titoli di Campione Italiano ed Internazionale vinti fino ad oggi. In questo stesso anno viene invitato, per la quinta volta consecutiva, agli X-Games Supermoto di Los Angeles (diventando l'europeo con più partecipazioni alla grande manifestazione statunitense) e Vince la MEDAGLIA D'ORO divenendo così non solo il primo italiano ma anche il primo europeo a vincere gli oramai mitici X-GAMES.

Non si ripetono invece i successi con la Maglia Azzurra in quanto viene a tramontare la convocazione del Pilota al Supermoto delle Nazioni a causa di contrasti tra il Team HM Racing e la Federazione Italiana Motociclismo.

Partecipa per la prima volta nella sua carriera al Superbiker di Mettet (Beglio) "The Battle of the Stars" ed al debutto VINCE anche questa "classica" Europea che conta 250 iscritti ogni anno (tra i quali stelle di assoluto valore Mondiale come Stefan Everts Mr. 10 volte Campione del Mondo, Ward, Bolley, Pichon, Chambon etc.) e 35000 spettatori divenendo, anche qui...., il 1° Italiano nella Storia a vincere la gara belga.

Palmares

  • 1993: 13° posto Campionato Italiano Motocross Cadetti 125cc

  • 1994: Campione Italiano Motocross Cadetti 125cc (su Honda)

  • 1995: Campione Italiano Motocross Junior 250cc (su Honda)

  • 1995: 14° posto Campionato Europeo Motocross 250cc (su Honda)

  • 1996: Campione Italiano Motocross Junior 250cc (su TM)

  • 1996: 3° posto Campionato Europeo Motocross 250cc (su TM)

  • 1997: 10° posto Campionato Assoluti d'Italia Motocross 250cc

  • 1998: 6° posto Campionato Assoluti d'Italia Motocross 125cc

  • 1998: 2° posto Campionato Italiano Motocross 125cc

  • 1999: 15° posto Campionato Assoluti d'Italia Motocross 125cc

  • 1999: 21° posto Campionato del Mondo Motocross 125cc

  • 2000: 2° posto Campionato Assoluti d'Italia Motocross 125cc (su Honda)

  • 2000: 30° posto Campionato del Mondo Motocross 125cc (su Honda)

  • 2001: 10° posto Campionato Assoluti d'Italia Motocross 125cc (su Yamaha)

  • 2001: 19° posto Campionato Italiano Supermoto classe Prestige (su Yamaha)

  • 2001: 7° posto Campionato Italiano Supermoto classe Sport (su Yamaha)

  • 2002: 9° posto Campionato Italiano Supermoto classe Prestige (su Yamaha)

  • 2002: 13° posto Campionato Europeo Supermoto (su Yamaha)

  • 2002: 7° posto Campionato del Mondo Supermoto (su Yamaha)

  • 2002: 12° posto Trofeo BMW Boxer Cup

  • 2003: 6° posto Campionato del Mondo Supermoto (su Husaberg)

  • 2003: 2° posto generale Supermoto delle Nazioni (Team Italia) (su Husaberg)

  • 2003: Campione Italiano Supermoto classe Prestige (su Husaberg)

  • 2004: 5° posto Campionato del Mondo Supermoto S1 (su KTM)

  • 2004: Campione Italiano Supermoto classe Prestige (su KTM)

  • 2004: Campione Europeo al Supermoto delle Nazioni (Team Italia) (su KTM)

  • 2005: 4° posto Campionato del Mondo Supermoto S1 (su Husqvarna)

  • 2005: Campione Italiano Supermoto classe Prestige (su Husqvarna)

  • 2005: Campione Europeo al Supermoto delle Nazioni (Team Italia) (su Husqvarna)

  • 2005: 9° posto X-Games Supermoto di Los Angeles (su Husqvarna)

  • 2005: 23° posto Campionato AMA Supermoto (2 gare disputate su 6) (su Husqvarna)

  • 2006: 2° posto Campionato del Mondo Supermoto S1 (su Husqvarna)

  • 2006: Campione Italiano e Internazionale d'Italia Supermoto classe Prestige (su Husqvarna)

  • 2006: Campione del Mondo al Supermoto delle Nazioni (Team Italia) (su Husqvarna)

  • 2006: 5° posto X-Games Supermoto di Los Angeles (su Husqvarna)

  • 2007: 9° posto Campionato del Mondo Supermoto S1 (su Yamaha)

  • 2007: 3° posto Campionato Italiano Supermoto S1 (su Yamaha)

  • 2007: 4° posto X-Games Supermoto di Los Angeles (su Yamaha)

  • 2008: 3° posto Campionato del Mondo Supermoto S1 (su Aprilia)

  • 2008: Campione Italiano e Internazionale d'Italia Supermoto S1 (su Aprilia)

  • 2008: Campione del Mondo al Supermoto delle Nazioni (Team Italia) (su Aprilia)

  • 2008: 5° posto X-Games Supermoto di Los Angeles (su Aprilia)

  • 2008: 2° posto King Of Motard di Cogliate (su Aprilia)

  • 2009: Campione Italiano  Supermoto S1 (su Honda)
  • 2009: Campione Internazionale d'Italia Supermoto S1 (su Honda)
  • 2009: Medaglia d'oro X-GAMES Supermoto di Los Angeles (su Honda)
  • 2009: 9° posto KING OF MOTARD di Cogliate (su Honda)
  • 2009: Medaglia d'oro SUPERBIKER di Mettet, Belgio (su Honda)
  • 2009: 2° posto Campionato Neozelandese Supermoto (su Honda)
  • 2009: 3° posto Campionato del Mondo Supermoto (su Honda)
  • 2009: 7° posto EXTREME Supermotard di Bologna (su Honda)
  • 2010: Vincitore Supermotard Indoor De Tours (su Honda)
  • 2011:
    Campione Italiano Supermoto S1 (su Honda)
    2° posto Internazionali d’Italia Supermoto S1 (su Honda)
    3º posto Campionato del Mondo Supermoto S1 (su Honda)
  • 2012:
    Campione Italiano Supermoto S1 (su Honda)
    4° posto Campionato del Mondo Supermoto S1 (su Honda)
    Campione del Mondo al Supermoto delle Nazioni (Team Italia)
 

IVAN LAZZARINI PRIMO PILOTA NON STATUNITENSE A VINCERE GLI X-GAMES DI LOS ANGELES.

 

 

Partito in testa, in sella ad una Honda CRF 450R prestatagli da Scott Hoffman, il pluricampione italiano, mantiene il comando della corsa per tutta la gara e resiste sul finale al ritorno dell'americano Mark Burkhart su Ktm che termina secondo. Terzo Adrien chareyre su Husqvarna alla sua prima esperienza in questa gara mentre a conferma del quasi dominio dei piloti europei,alla quarta piazza c'è un bravo Sylvain Bidart su Honda.
Lazzarini aveva già partecipato a diverse edizioni degli Xgames ma questa volta un tracciato più veloce e con la parte fuoristrada meno simile ad una pista di supercross ha fatto emergere i valori degli specialisti europei del supermoto e del pilota più in palla in questo momento .
L'attesissimo campione di supercross James Stewart si è invece infortunato durante le prove del sabato, perdendo il controllo della moto finendo a 90 km l'ora nelle barriere e rimediando una forte contusione alla spalla.

 
 

IVAN LAZZARINI VINCE LA 23° EDIZIONE SUPERBIKER DI METTET

Oramai è un vizio, SI’ !!!
Quando la posta in palio è alta IVAN c’è sempre e dopo aver conquistato gli States vincendo la 15^ edizione
degli oramai “mitici” X-GAMES ovvero la gara ad invito più prestigiosa al Mondo, il Nostro si è ripetuto
in ambito Europeo andando a dominare e vincere anche la gara più importante dell’anno,
ovvero il SUPERBIKER di Mettet (Belgio) “THE BATTLE OF THE STARS”, una “Classica” che si
corre da 23 anni in terra belga dove IVAN, che era al debutto (nelle scorse stagioni, a causa di concomitanze con
gare di Mondiale od Italiano non aveva mai potuto partecipare), ha ribadito a tutti i presenti (35.000 spettatori, avete
letto bene, trentacinquemila…alla faccia di chi dà in crisi la Supermoto…) quello che oramai è un dato inconfutabile:
IVAN LAZZARINI è il Pilota più forte al Mondo della specialità!!!
(perdonatemi l’enfasi ma così è!!)

 Come sempre, per chi non è in pista con Noi, per chi non “vive” direttamente le corse, non è facile capire
le emozioni di questi momenti ma, credetemi, queste sono Vittorie che ci ricorderemo per molto tempo e
speriamo siano ricordate con piacere e con un pizzico di “vanto” anche da Tutti Voi Nostri Partners e
Tifosi.
Quella che sta volgendo al termine possiamo definirla una PERFECT SEASON già da oggi pur non
essendo ancora terminato il Mondiale perché di “gioie” IVAN ce ne ha già regalate a quintali!!
Campione Italiano S1 2009
SuperCampione Internazionale 2009
Vittoria agli X-Games (15^ edition)
Vittoria al 23° Superbiker di Mettet
…. può bastare così ??? …. o no?? Noi crediamo di sì!! e siamo anche sicuri che… non è ancora finita!!
Il Mondiale ancora ha 3 GP da disputare e crediamo nella rimonta di IVAN nonostante le disavventure patite
nei precedenti GP mentre il Mondiale per Nazioni è andato ad altri ma… non per Nostra causa dato che IVAN…. non lo ha disputato…. (e difatti la Nazionale Italiana ha concluso al 4° posto…sarà un caso???.... IVAN su due
partecipazioni ha Vinto 2 Mondiali a Squadre…… ) per problemi insorti tra la Federazione ed i Teams della quale
notizia avrete certamente appreso sui media.
Ed adesso, avanti con gli (ennesimi…) ringraziamenti:
• ad Alfredo (Fredy) Bevilacqua e Paolo Vallarino ed a tutto il Team Assomotor … per averci portato a
Mettet … anche se sappiamo che non se ne sono pentiti…
• a “mamma” RED-BULL per l’ennesimo, grande, supporto (fornitoci dalla filiale Belga) che da sempre ci da sia
in ambito europeo che negli States
• alla AXO SPORT, alla OAKLEY, alla VEMAR HELMETS, alla SITA AGENCY, alla DONDUP
JEANS, ad HONDA-HM perché senza di loro non saremmo qui a scrivere della ennesima, bellissima
IMPRESA!!
• a tutti gli altri SPONSORS Tecnici e non del Team per il grande e qualificato supporto
• a TUTTI i nostri tifosi, ai Media ed a tutti gli appassionati che da sempre ci seguono e supportano
• a TUTTI coloro che hanno collaborato e stanno collaborando per vedere il Nostro Campione
primeggiare o comunque dargli la possibilità di …..…. CORRERE PER FARLO !!

 


IVAN TORNA SUL PODIO NEL 2° GP DELL'ANNO

 

Caldo torrido in terra tedesca (38°…!!!), tanto pubblico ed un tracciato difficile che ha messo a dura prova tutto il Circus iridato. Una pista tecnica, difficile e “strana” (in Germania si corre dentro una piccola cittadina, il tratto sterrato solitamente è un giardino pubblico… n.d.r.) che ha espresso i reali valori in campo ovvero coloro che sono i protagonisti principi della categoria a livello Mondiale e tra questi 3, come sempre, il Nostro c’è! IVAN ha guidato da artista in Germania e solo una piccola indecisione in partenza di gara uno dove è stato chiuso da un avversario (ma sono cose che succedono nella Supermoto soprattutto a questi livelli) gli ha fatto perdere la possibilità di vincerlo questo GP dopo che nelle prove ufficiali aveva stampato una bellissima Pole Position agguantanta con un giro dei suoi. Un aneddoto sulle prove ufficiali; a fine turno chi scrive gli chiede: “giro a vita persa??” e Lui: “a vita persa no….. ma ho visto quasi tutti i Santi del calendario!!”…. Questo per dire quanta grinta, determinazione e coraggio IVAN mette in tutto quello che fa; un grande Campione ed adorabile ragazzo, così è da sempre il Nostro pilota.

 

Grande gara quindi ed ottimo risultato per IVAN che oltre a salire sul 2° gradino del Podio nel GP di Germania ha recuperato moltissimi punti in Classifica generale dopo la sfortunata tappa del GP di Lombardia dove, per un rischio calcolato che “ci ha detto male” (avevamo montato una gomma da bagnato per poi…vedere uscire il sole…), avevamo raccolto solo un 7° posto finale. Dopo questa prova siamo risaliti al 4° posto nella generale e recuperato diversa parte dello svantaggio accumulato in precedenza.

Il Mondiale è ancora lungo e siamo sicuri di potercelo giocare fino alla fine ed il “pacchetto” IVAN, HONDA ed il suo fantastico TEAM, ci garantisce ancora successi per il futuro; nulla è compromesso quindi avanti tutta e, come dicono in TV…… GAS A MARTELLO IVAN!!!

 

 

VITTORIA AL 5° GP DEL MONDIALE S1

 

 

Straordinario GP d’Europa per il team L30 Racing e Ivan Lazzarini!!! In una torrida giornata dove, a Castelletto di Branduzzo, si sono sfiorati i 38 gradi, il nostro pilota è stato se possibile ancora più “caldo”.

 

Ivan infatti è sempre stato velocissimo tanto da conquistare una strepitosa pole position sul veloce tracciato pavese, in Gara1 però non riesce a capitalizzare il vantaggio della pole e parte in seconda posizione dietro al campione del mondo in carica Hermunen. Nei primi giri prova ripetutamente ad attaccare il finlandese senza però trovare il varco giusto e termina così la gara in seconda posizione, dimostrando però di avere un ottimo passo e tutte le carte in regola per potersi giocare Gara2.

 

Nella seconda manche Ivan scatta ancora peggio e si ritrova terzo al primo passaggio, ma questa volta si intuisce che Ivan ha qualcosa in più, infatti dopo solo un giro infila Adrien Chareyre e si lancia all’inseguimento del forte finlandese. In sole due tornate lo aggancia e al quinto passaggio rompe gli indugi e lo sorpassa all’ingresso dell’ovale, dopo qualche tornata su tempi record rompe la resistenza dell’inseguitore e si invola verso una strameritata vittoria di manche e di GP.

 

Questa vittoria permette a Ivan di rafforzare il terzo posto in campionato e di accorciare la classifica sul leader del Mondiale.

 
Designed by Acquamarina